domenica 13 agosto 2017

Crostata di marmellata di frutti di bosco con granella di nocciole


Ingredienti:
Farina 300 g,
zucchero 120 g,
burro 150 g,
2 uova intere,
un pizzico di sale,
buccia del limone grattugiato,
1 cucchiaino di lievito in polvere,
un barattolo di marmellata di frutti di bosco. ( 300 g)

Procedimento:
formare la pasta frolla sulla spianatoia , aggiungendo al centro della farina, prima lo zucchero con le uova, unire poi il limone grattugiato, la vanillina, il lievito e il burro.

dopo che abbiamo formato il panetto con la pasta frolla senza lavorarlo troppo, lo copriamo con la pellicola e lo poniamo in frigo per un'ora.

Passato il tempo, prendiamo il nostro panetto e cominciamo a stendere 3/4 della pasta frolla per la base della nostra crostata, imburriamo la teglia , questa volta ho usato quella in vetro, e se si rompe perchè troppo morbida la assembliamo a pezzi alla volta stendendola con le mani fino all'orlo, ,

buchiamo con la forchetta per non farla alzare e stendiamo la marmellata


Versiamo la granella di nocciole,
Iniziamo a formare le striscette con la rotellina, il segreto per prenderle senza rompere uso il coltello grande infarinato,

inforniamo a 160 gradi, ( forno ventilato) per 30 minuti.

e OPLA'!!!

sabato 12 agosto 2017

Plume Cake Chiffon

PLUME CAKE CHIFFON; vi consiglio di fare doppia dose per far si che venga più alta e soffice.













Che storia quella della Chiffon cake!
La Chiffon è una torta americana, soffice come la famosa stoffa, impalpabile, morbida, insomma una di quelle torte che vorresti vedere materializzarsi la mattina a colazione quando invece hai davanti a te solo fette biscottate.
Come in tutte le leggende, anche la storia della Chiffon cake è avvolta da aloni misteriosi: non si sa da dove venisse né perché si trasferì a Los Angeles ma Harry Baker, il suo inventore, si materializzò ad Hollywood nel 1923 con l’anziana madre.

Nella vita Harry non faceva il pasticcere ma l’assicuratore.

Il suo pallino, la sua ossessione erano però i dolci, soprattutto la ricerca di un particolare dolce la cui base di partenza era quella di un composto di uova montate. Fino a quel momento nel mondo delle cakes due erano le basi di riferimento: le torte che si gonfiavano per la montatura delle uova e quelle invece con dentro il burro che crescevano per l’aggiunta del lievito.Baker a Los Angeles lavorò nella sua cucina ad oltre 400 variazioni nella ricerca spasmodica della torta perfetta.

E’ il 1927 l’anno che vide nascere la sua star, la sua creatura soffice e misteriosa, una morbida ed alta cake le cui versioni furono inizialmente alla frutta, dalla versione all’arancia a quella al pompelmo o all’albicocca.
La consacrazione a icona delle alte cakes fu quando il suo inventore, per strani giri pasticceri approdò al Brown Derby, un nuovissimo ristorante  (in realtà una catena di ristoranti nati nel 1926) di Los Angeles, a Wilshire Boulevars.
Il ristorante ebbe subito successo fin dall’inizio forse per i piatti che si servivano (oltre alla Baker Cake – si chiamava così prima di cambiare in Chiffon

INGREDIENTI per mezza porzione: ( altrimenti doppia dose)
150 g di  farina,
1/2 bustina di lievito in polvere,
1/2 di cremore di tartaro,
1 bustina di vanillina o il baccello,
3 uova,
150 g di zucchero,
buccia del limone grattugiato,
60 ml di olio girasole,
100 ml di acqua,

Stampo per Plume cake, carta da forno

Procedimento:
montare a neve fermissima l'albume con il pizzico di sale,


 poi frullare i tuorli con lo zucchero, unire prima tutti gli ingredienti liquidi , l'olio, l'acqua,poi  la buccia del limone, e poi quelli in polvere : la farina, il cremore, la vanillina,  il lievito
 poi unire quelli liquidi,






  e alla fine gli albumi montati e continuare a girare con la spatola dal basso verso l'alto.

Foderare lo stampo con la carta da forno, infornare per 30 minuti circa a 180 gradi.





a piacere coprire la superficie con la granella di zucchero o con lo zucchero a velo.