lunedì 3 novembre 2014

Babà napoletano al rum

BABA' AL RUM

Si' nu' " babba' ", in napoletano significa " sei troppo buono.



Napoletana DOC, non avevo mai preparato il baba' al rum, oggi per soddisfare
le persone a me care, confesso, anche per appagare il mio palato, ho deciso di prepararlo


L'inventore del famosissimo babà è lo zar di Polonia Stanislas Leczynski che,
essendo un gran gourmet si dilettava ad inventare sempre nuovi piatti. Sembra
che il sovrano non amasse particolarmente il kugelhupf, un dolce tipico
polacco che egli trovava troppo asciutto e quindi stufo del solito dolce,
sembra che l'abbia scaraventato dall'altra parte della tavola dove per puro
caso si trovava una bottiglia di rhum.
Il dolce liquore rovesciandosi sul babà emanò un profumo tale che lo zar,
dopo averlo assaggiato se ne innamorò, essendo un lettore appassionato de "Le
mille e una notte" lo chiamò Alì Babà , come un famoso personaggio di questi
racconti.
Dalla corte del sovrano il babà venne esportato poi in Francia, a Parigi, con
il solo nome di babà e da qui, fu poi esportato a Napoli dai cosiddetti
"monsù" che prestavano i loro servigi presso le nobili famiglie partenopee




Occorrente:

440 gr farina 0 manitoba
400 g di uova pesate senza il guscio (6 uova)
20 g lievito di birra
60 gr zucchero
150 g burro
un pizzico di sale

Per la bagna

1 litro d’ acqua
400 g zucchero
la buccia di 2 limoni non trattato
250 gr di rum
per la glassa gelatina di marmellata all'albicocca
Per decorare: panna montata




PREPARAZIONE

Nella terrina impastate gli ingredienti : prima il lievito sciolto con un
pochino di latte tiepido,lo zucchero, poi meta' delle uova e aggiungete la
farina, alla fine il burro sciolto , aggiungete le altre uova e  il pizzico
di sale.Lavorare con energia , io ho provato a farlo anche con le mani fino a
quando si stacca dalla terrina.( 20 minuti) Coprite con la pellicola e fate
crescere fino al raddoppio di volume.





Nel frattempo preparare la bagna con l'acqua e le bucce di limoni, , lo
zucchero per 15 minuti e quando avete spento, aggiungete il rum per non farlo sfumare.


Quando l'impasto e' cresciuto, toglietelo dalla terrina e adagiatelo nello
stampo imburrato con una spruzzata di farina e copritelo con la pellicola per
la seconda lievitazione in luogo caldo fino a  quando non avrà raggiunto l’orlo



Nel frattempo riscaldare il forno con una temperatura di circa 180° per circa 30 minuti.
Il babà è cotto quando assume un bel colore bruno dorato.


 Non togliete il babà dallo stampo, bucherellate la parte superiore con lo stuzzicadenti



 versate lo sciroppo lentamente fino a completo assorbimento.



Capovolgere il dolce sul piatto di portata








Spennellate con la glassa di marmellata e riempite il buco della torta babà con crema o panna e decorate a
piacere.
Mettere in frigo per almeno due ore e servire.