lunedì 26 giugno 2017

Conserve di pomodori secchi in barattoli

CONSERVE DI POMODORI SECCHI IN BARATTOLI

Alcuni amici al ritorno dalla puglia mi hanno portato una busta con i famosi pomodori secchi quelli di San marzano.Preparati sott’olio sono una conserva popolare in Calabria e in Puglia  tradizione tipica dell'italia meridionale per le zone ricche di pomodori. Ammetto che mi piacciono in maniera particolare  hanno un sapore unico e questa volta mi accingo a prepararli;si possono usare durante un aperitivo, per un antipasto su fette di pane casereccio, nelle insalate di verdure o di riso, nella caprese, insomma anche per insaporire  un piatto di pasta.si preparano alla fine dell’estate e si posso gustare per tutto il periodo invernale.
 Prima di usarli nelle preparazioni i pomodori secchi andranno ammollati nell’acqua, sia per reidratarli che per levare il sale che è stato usato per conservali.poi si  mettono sott’olio. chiusi  ermeticamente in barattoli di vetro, e si fanno riposare per circa 1 settimana.Chiusi in battoli per almeno 20 giorni,


Ingredienti per due barattoli

  1 l. di Acqua
  4-5 cucchiai di aceto di vino bianco
 Pomodori in busta essiccati san marzano 300g
 spicchi di aglio
 Peperoncino sbriciolato
 Olio extra qb

PROCEDIMENTO:
Sterilizzate i barattoli  in una pentola capiente con tutti i coperchi  estraeteli dall'acqua utilizzando una pinza

 e lasciate raffreddare su uno strofinaccio con l’apertura verso il basso,dopo qualche minuto voltateli e fate evaporare l’acqua
Poi sciacquate i pomodori per bene sotto l’acqua corrente e  metteteli in una pentola di acqua fredda con un filo di aceto. Portate a ebollizione e fate bollire per 30 minuti
 Scolateli e metteteli uno vicino all’altro su un paio di strati di carta assorbente e fateli asciugare per due ore, rigirandoli di tanto in tanto per farli reidratare.

 Cominciate a inserire i pomodori aggiungendo l'olio extravergine d'oliva  assicurandovi di ricoprire bene i pomodori.Usate il manico di legno del cucchiaio per fare pressione
aggiungete i pezzetti di aglio e il peperoncino.Alla fine coprite con  il pressello che si mette sopra per far pressione ed è fatta!

giovedì 25 maggio 2017

Pasta con crema di carciofi e carciofi

PASTA CON CARCIOFI


I carciofi sono di origine mediterranea,utili per il fegato e per disintossicare l'organismo, sono ortaggi ricchi di proprietà benefiche.Naturalmente le calorie aumentano a seconda dei condimenti che utilizziamo quando li prepariamo. La ricetta che propongo è con la pasta ed è una pietanza invernale non molto calorica, si può usare sia la pasta di fusilli che con le tagliatelle


INGREDIENTI per 2 persone

Brodo vegetale
6 carciofi
50 g pancetta
1 limone
prezzemolo
cipolla
spicchio di aglio
olio extravergine
sale qb
pepe qb
250 g di fusilli oppure tagliatelle


PROCEDIMENTO :
Puliamo i carciofi,li tagliamo a metà privandoli della barba interna,tagliamo una buona parte del gambo che taglieremo a cubetti
li immergergiamo in una ciotola con il limone e acqua per non farli annerire.

Intanto prepariamo il brodino vegetale,in una padella rosoliamo la pancetta a dadini,con olio extravergine di oliva, la cipolla e l'aglio, aggiungiamo la salsiccia sbriciolata,sgoccioliamo i carciofi e li immergiamo nella padella e aggiungiamo il brodo
Dopo 15 minuti di cottura,provando   con la forchetta fino a che non sono diventati teneri,aggiungiamo il prezzemolo tritato.
Nel frattempo frulliamo i gambi dei carciofi con due carciofini e quando abbiamo formato una crema li uniamo nella padella

Cuocere la pasta, scolare e insaporire nella padella  aggiungendo il parmigiano e il pepe.

venerdì 28 aprile 2017

insalata di ravanelli,finocchi,carote e mela

INSALATA DI RAVANELLI, FINOCCHI, CAROTE E MELA
Lo sapevate che i ravanelli sono originari dell’Asia e che sono poveri di calorie, solo 16 ogni 100 grammi e ricchi di vitamina C, vitamine del gruppo B, ferro e zolfo.
Purificante del sangue,Disintossicante,Calmante: i ravanelli contengono sostanze capaci di calmare la tosse, ma anche il sistema nervoso. In questo ultimo caso si consiglia di assumere ogni giorno al mattino un cucchiaio di succo di ravanello Vengono solitamente mangiati crudi.
L’accostamento del dolce e salato nell’ insalata mi piace molto,Se preferite potete usare anche delle noci
INGREDIENTI PER 2 PERSONE:
6 ravanelli
3 finocchi
2 carote
1 mela
succo di 2 limoni
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
a piacere 2 cucchiai di aceto di mele
sale
PROCEDIMENTO:

Lavate e affettate i finocchi,Lavate i ravanelli e tagliateli a rondelle,Pelate le carote e fatele a rondelle oppure a julienne.
In una ciotola capiente mettete i finocchi, i ravanelli affettati, le carote e la mela a dadini versate sopra i limoni cosi non anneriscono le verdure,l'olio e il sale e girate bene.
Servite subito




domenica 23 aprile 2017

FLAN DI ASPARAGI IN PIROTTINI ( CREMA DI ASPARAGI IN PIROTTINI)


FLAN DI ASPARAGI IN PIROTTINI ( CREMA DI ASPARAGI IN PIROTTINI)

 Gli asparagi sono ortaggi molto pregiati sani e gustosi, utili per depurare l'intestino già note agli antichi egizi,vengono impiegati in numerose ricette più che come semplice contorno. L’origine è antichissima e individuata in Mesopotamia, mentre secondo i Romani gli asparagi davano nuova linfa al corpo.Contengono poche calorie e sono ricchi di sali minerali e vitamina E. La stagione di raccolta degli asparagi è la primavera, da marzo a giugno, quando i germogli sono ancora teneri. In Italia vengono coltivati prevalentemente in Piemonte, Liguria, Veneto, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio e Campania e ne esistono circa 200 varietà. Le più comuni sono quattro: quello Bianco, dal sapore delicato; il Violetto dal sapore un po’ amaro è un asparago bianco che fuoriesce dal terreno e si colora per effetto della luce; quello verde è l’asparago più comune e conosciuto; infine il Selvatico dal gusto marcato che cresce spontaneo, è sottile e ha colore uniforme. Quest’ultima tipologia si presta particolarmente per frittate e zuppe, mentre le altre possono essere utilizzate indifferentemente per tutte le preparazioni





 Ingredienti:
INGREDIENTI:
12-13 asparagi
due albumi d'uovo
pecorino grattugiato
cipolla
sale qb
Stampini
pennelino
olio

 PROCEDIMENTO:
Iniziate lavando accuratamente gli asparagi sotto l'acqua corrente, eliminate la parte finale bianca più dura.
Tagliate a rondelle il gambo e conservate le punte a parte

lessatele in acqua per 10 minuti prima di scolarli provate a infilzare con i rebbi di una forchetta le punte: saranno pronti quando risulteranno teneri ma ancora compatti .Scolate quindi gli asparagi e fateli freddare leggermente prima di utilizzarli

Mettete un filo d'olio con la cipollina in una padella antiaderente e immergetevi le punte di asparagi aggiungendo di tanto in tanto un po' acqua, Spegnete il fuoco e tenetele da parte per poi utilizzarle nella decorazione, una volta raffreddate dividete le punte a metà

Frullate le rondelle di asparagi fino ad ottenere un composto cremoso,trasferite la crema di asparagi in una ciotola Versate nel composto anche il pecorino grattugiato e gli albumi leggermente montati  Amalgamate il tutto e mettete da parte
 Prendete, quindi, 4 stampini ungerli di olio aiutandovi con un pennello Versate il composto ottenuto dentro gli stampini e poneteli in una piccola teglia di alluminio, riempendola d'acqua fino a metà

 poneteli in una piccola teglia di alluminio, riempendola d'acqua fino a metà

 A questo punto infornate in forno statico già caldo a 180° per 45 minuti (se usate il forno ventilato cuocete a 160° per 35 minuti) fino a che la superficie non risulterà leggermente dorata Lasciate intiepidire il flan di asparagi e sformatelo delicatamente staccandolo dal bordo con un coltellino Decorate il flan di asparagi con le punte che avevate saltato e messo da parte facendo fruttare la vostra fantasia. Il vostro flan di asparagi è pronto per essere servito e gustato tiepido!



domenica 16 ottobre 2016

Gnocchi senza patate al ragu'

Gnocchi senza patate



Gli gnocchi già descritti a partire dalla seconda metà del Settecento,nel 1880 si diffusero a macchia d'olio quelli a base di patate. Sono un cibo antichissimo, preparati in tanti modi ,quelli preparati con il semolino vengono soprannominati alla romana, questa volta ho voluto confrontarli con quelli senza patate, solo con farina e acqua e ammetto che sono eccezionali soprattutto per chi non tollera le patate. Più vengono preparati di dimensioni elevate e più saranno morbidi.Nella città di Roma gli gnocchi rappresentano il piatto tradizionale del giovedi, a Napoli e' il piatto della domenica con il famoso ragu'. A Verona un piatto di gnocchi al pomodoro  consumato il "Venardì Gnocolàr", giorno della sfilata dei carri di Carnevale.

Ingredienti per 4 persone:
500 g di farina
500 ml di acqua
sale qb
300 g di fiordilatte
parmigiano reggiano grattugiato
foglie di basilico
spezzatino di carne
salsa passata

Prima di tutto mettiamo a bollire l'acqua, deve essere tutto veloce.
versiamo la farina e con il cucchiaio di legno  giriamo velocemente perchè tenderà subito ad attaccarsi



Versiamo il composto su una spianatoia E cominciamo ad impastare anche se l'impasto scotterà un bel pò, ma va lavorato caldo, aggiungete altra farina se l'impasto risultera' troppo appiccicoso.
Stacchiamo dall'impasto piccoli pezzi e formiamo dei serpenti con le mani, tagliamo gli gnocchetti con un coltello.man mano che si lavorano si aggiunge un pochino di farina



tagliamo il fiordilatte a pezzetti,

Quando l'acqua bolle
versiamo gli gnocchi nella pentola aggiungiamo il sale e per la cottura non c'è un tempo preciso, saranno cotti quando saliranno a galla,

condiamo con il sugo, uniamo i pezzetti di fiordilatte e con una bella grattugiata di parmigiano e il basilico insaporiamo il tutto e buon appetito!



martedì 26 luglio 2016

CHEESECAKE AL CIOCCOLATO E PANNA ( senza uova solo con formaggio philadelphia)



La cheesecake è un dolce sempre amato;la torta al formaggio può essere principalmente di due tipi: cotta e cruda. Ne esistono diverse varianti, realizzate nelle differenti nazioni in cui la torta è diffusa È un dolce tipico della Gran Bretagna
Nella cucina dell'antica Roma si preparava una torta ripiena di miele e ricotta. Alcune ricette richiedono anche foglie di alloro, che potrebbe essere stato usato come conservante.
Le cheesecake italiane sono solitamente guarnite con ricotta o mascarpone, zucchero, vaniglia e, talvolta, orzo in fiocchi e frutta candita

Per la base biscotto:

300 g di biscotti Digestive
100 g di burro
1 cucchiaio di miele

Per la farcia:

100 g di zucchero
250 g di formaggio Philadelphia
75 g di cacao amaro
un bicchiere di latte
200 ml di panna
vaniglia
zucchero a velo



Decorare a piacere,(con granella di zucchero,con granella di nocciole, o con tartufi al cioccolato o con ciuffi di panna)

Preparazione

Tritare finemente i biscotti,
aggiungere il miele e il burro fuso; amalgamare con il cucchiaio di legno



 preparare la teglia di 24 cm di diametro foderata di carta da forno,versatevi il composto di biscotto
ben compatto con una spatola e mettere nel congelatore per 30 minuti




Nel frattempo montiamo la panna e mettiamo in frigo,

prepariamo la farcia di cioccolato in un pentolino sul fuoco col bicchiere di latte e il cacao setacciato per evitare che si formino i grumi,girare fino a quando diventa omogeneo e morbido.



Prendere una ciotola capiente e lavorare il formaggio con lo zucchero,unire la vaniglia e aggiungere la crema di cacao, meta' panna e lavorare con una spatola girando dal basso verso l'alto.


Stendere uno strato di farcia di cioccolato sulla base di biscotto ben livellato,


stendere un altro strato con la panna rimasta e farne un altro con quella al cioccolato.Decorare a piacere