domenica 13 agosto 2017

Crostata di marmellata di frutti di bosco con granella di nocciole


Ingredienti:
Farina 300 g,
zucchero 120 g,
burro 150 g,
2 uova intere,
un pizzico di sale,
buccia del limone grattugiato,
1 cucchiaino di lievito in polvere,
un barattolo di marmellata di frutti di bosco. ( 300 g)

Procedimento:
formare la pasta frolla sulla spianatoia , aggiungendo al centro della farina, prima lo zucchero con le uova, unire poi il limone grattugiato, la vanillina, il lievito e il burro.

dopo che abbiamo formato il panetto con la pasta frolla senza lavorarlo troppo, lo copriamo con la pellicola e lo poniamo in frigo per un'ora.

Passato il tempo, prendiamo il nostro panetto e cominciamo a stendere 3/4 della pasta frolla per la base della nostra crostata, imburriamo la teglia , questa volta ho usato quella in vetro, e se si rompe perchè troppo morbida la assembliamo a pezzi alla volta stendendola con le mani fino all'orlo, ,

buchiamo con la forchetta per non farla alzare e stendiamo la marmellata


Versiamo la granella di nocciole,
Iniziamo a formare le striscette con la rotellina, il segreto per prenderle senza rompere uso il coltello grande infarinato,

inforniamo a 160 gradi, ( forno ventilato) per 30 minuti.

e OPLA'!!!

sabato 12 agosto 2017

Plume Cake Chiffon

PLUME CAKE CHIFFON; vi consiglio di fare doppia dose per far si che venga più alta e soffice.













Che storia quella della Chiffon cake!
La Chiffon è una torta americana, soffice come la famosa stoffa, impalpabile, morbida, insomma una di quelle torte che vorresti vedere materializzarsi la mattina a colazione quando invece hai davanti a te solo fette biscottate.
Come in tutte le leggende, anche la storia della Chiffon cake è avvolta da aloni misteriosi: non si sa da dove venisse né perché si trasferì a Los Angeles ma Harry Baker, il suo inventore, si materializzò ad Hollywood nel 1923 con l’anziana madre.

Nella vita Harry non faceva il pasticcere ma l’assicuratore.

Il suo pallino, la sua ossessione erano però i dolci, soprattutto la ricerca di un particolare dolce la cui base di partenza era quella di un composto di uova montate. Fino a quel momento nel mondo delle cakes due erano le basi di riferimento: le torte che si gonfiavano per la montatura delle uova e quelle invece con dentro il burro che crescevano per l’aggiunta del lievito.Baker a Los Angeles lavorò nella sua cucina ad oltre 400 variazioni nella ricerca spasmodica della torta perfetta.

E’ il 1927 l’anno che vide nascere la sua star, la sua creatura soffice e misteriosa, una morbida ed alta cake le cui versioni furono inizialmente alla frutta, dalla versione all’arancia a quella al pompelmo o all’albicocca.
La consacrazione a icona delle alte cakes fu quando il suo inventore, per strani giri pasticceri approdò al Brown Derby, un nuovissimo ristorante  (in realtà una catena di ristoranti nati nel 1926) di Los Angeles, a Wilshire Boulevars.
Il ristorante ebbe subito successo fin dall’inizio forse per i piatti che si servivano (oltre alla Baker Cake – si chiamava così prima di cambiare in Chiffon

INGREDIENTI per mezza porzione: ( altrimenti doppia dose)
150 g di  farina,
1/2 bustina di lievito in polvere,
1/2 di cremore di tartaro,
1 bustina di vanillina o il baccello,
3 uova,
150 g di zucchero,
buccia del limone grattugiato,
60 ml di olio girasole,
100 ml di acqua,

Stampo per Plume cake, carta da forno

Procedimento:
montare a neve fermissima l'albume con il pizzico di sale,


 poi frullare i tuorli con lo zucchero, unire prima tutti gli ingredienti liquidi , l'olio, l'acqua,poi  la buccia del limone, e poi quelli in polvere : la farina, il cremore, la vanillina,  il lievito
 poi unire quelli liquidi,






  e alla fine gli albumi montati e continuare a girare con la spatola dal basso verso l'alto.

Foderare lo stampo con la carta da forno, infornare per 30 minuti circa a 180 gradi.





a piacere coprire la superficie con la granella di zucchero o con lo zucchero a velo.

domenica 30 luglio 2017

torta pan di stelle

Arriva mio figlio Peppe il golosone, cosa preparare di dolce per coccolarlo ? 
TORTA FREDDA PAN DI STELLE

OCCORRENTE:
300 g di pan di stelle
150 ml di latte
300 g di nutella
500 g di panna da montare
50 g di zucchero a velo
cacao amaro q.b.
una tazza grande di caffè
un ruoto apribile di dm 21
PROCEDIMENTO:
per prima cosa bisogna montare la panna con la metà dello zucchero a velo per 5 minuti e porre in frigo.
prepariamo un buon caffè forte e versiamolo nella tazza con il latte e aspettiamo che si freddi prima di preparare gli strati
Intanto facciamo sciogliere la nutella con il barattolo a bagno maria per 5 minuti, quando è diventata morbida iniziamo a fare il primo strato,
con una forchetta faremo gocciolare i biscotti che man mano immergiamo velocemente nella tazza con latte e caffè e formiamo i vari strati alternando prima con i biscotti
poi con lo strato di nutella aiutandovi con il cucchiaio rovesciato leggermente per non rompere i biscotti;

dopo con quello di panna montata
e ripetere per altre due volte, totale 3 strati.
terminiamo con lo strati di cacao setacciato
copriamo con la carta di alluminio e poniamo in frigorifero per tutta la notte.
Il giorno dopo prendiamo il panetto di zucchero bianco per formare le stelline

stendiamo con il mattarello e con lo stampino formiamo le stelle e le sistemiamo in superficie a alcune intorno al bordo alternando con i biscotti.
ET VOILA'


venerdì 14 luglio 2017

Bucatini con crema di peperoni

BUCATINI CON CREMA DI PEPERONI
 Sono stata in un ristorante a Pozzuoli insieme a mio padre ed ho assaggiato per la prima volta i bucatini con i peperoni, e devo dire che mi sono piaciuti tantissimo. Oggi li ho riproposti a casa.usando come sempre la mia fantasia culinaria.In genere questa ricetta richiede i peperoni fritti, ma io,  che cerco quasi sempre di evitare le fritture,ho preferito arrostirli prima e poi insaporiti in padella, la diversità è che ho frullato gran parte dei peperoni per farne una magnifica crema e per la terza parte li  ho lasciati interi.

Difficoltà minima
tempo 30 minuti per i peperoni
15 minuti per la pasta
 Ingredienti per 3 persone:
3 peperoni gialli e rossi,
300 g di bucatini,
spicchio di aglio e cipolla,olio extravergine qb
pecorino romano grattugiato,
folgie di basilico
sale qb

Preparazione.:
Ho Lavato i peperoni  li ho asciugati e messi nella padella antiaderente con il coperchio, li ho arrostiti per 30 minuti, fino a quando si sono appassiti.



 .Una volta spento il fuoco li ho tenuti per altri 30 minuti ad appassire per poterli spellare facilmente.Dopodichè li ho tagliati a listarelle e li ho insaporiti in padella nella quale ho versato l’olio extravergine d’oliva con aglio e cipolla , il sale,

 dopo 5 minuti li ho salati ed ho tolto l'aglio, a piacere si decide se togliere anche la cipolla

 A questo punto,li ho trasferiti nella ciotola per frullarli, lasciando una terza parte per la coreografia. ed ho cominciato a far bollire l'acqua per la pasta.
 Ho Trasferito la crema di peperoni in una padella e l'ho riscaldata a fiamma bassa.


 Quando la pasta si è cotta, l'ho versata nella padella assieme alla crema di peperoni e fatta “saltare” per un paio di minuti,ho aggiunto il pecorino romano e le foglie di basilico fresco.